Accedi o registrati

Sei un nuovo utente? Registrati

Hai un account su un social network? Accedi con il profilo che preferisci


Hai un account CrazyForSport o Gioca?

CESTISTICA SAVONESE

NEWS

26/11/2013
7a GIORNATA: SCONFITTA A LAVAGNA

Era una partita importante per capire quale futuro nel campionato e, dopo una gara sempre condotta, le savonesi hanno buttato al vento i due importantissimi punti.

Le padrone di casa partono forte piazzando un 6 a 0 con le biancoverdi un po’ frastornate che impiegano un po’ di minuti prima di capire che la partita è iniziata…

Giacchè, ex di turno, suona la carica per le ragazze di coach Pollari con 2 canestri e due liberi realizzati ben coadiuvata da Mandelli che nella sola prima frazione realizzerà ben 11 dei suoi 27 punti finali.

Il quarto si chiude con le ponentine in vantaggio di 3 lunghezze (19 a 16) e capaci di mettere in campo una migliore circolazione di palla.

Il secondo periodo vede ancora le savonesi protagoniste nel bene e nel male: Flandi non riesce a trovare la via del canestro (per lei alla fine un pesante 0 su 10 al tiro), così come la compagna De Mattei  (per lei 0 su 9), entrambe però recuperano buoni rimbalzi sia offensivi che difensivi che vengono spesso tramutati in buone azioni e punti dalle compagne,  soprattutto da parte di  Mandelli ispiratissima che continua a macinare punti anche in questa frazione.

A metà quarto coach Pollari manda in campo Ilaria Napoli, la storica capitana biancoverde che ad inizio campionato aveva deciso di appendere le scarpe al chiodo seppur continuando ad allenarsi con le compagne compatibilmente con gli impegni lavorativi e familiari, richiamata dal tecnico proprio per questa importante sfida al fine di portare un po’ di esperienza nella giovane squadra savonese.

La frazione continua con una supremazia biancoverde con le savonesi sempre avanti di 4/5 punti sino a +2 di fine quarto (30-32) dovuto ad alcune ingenuità tramutate in punti dalle avversarie.

Al rientro dall’intervallo lungo, come spesso in altre partite, le ragazze della presidentessa Oggero sembrano aver litigato col canestro ma per fortuna anche su sponda genovese la situazione non è migliore: per biancoverdi realizzano della frazione solo 2 miseri punti contro i 3 delle avversarie e la partita è ancora tutta da giocare.

Nell’ultimo periodo le savonesi appaiono però più lucide delle padrone di casa e riescono a portarsi nuovamente in vantaggio di qualche lunghezza.

Si arriva ad 1’ e 23” dalla fine dell’incontro con le biancoverdi sopra di 3 lunghezze (46 a 43).

Giacchè subisce due volte fallo ma fallisce tutti e 4 i liberi a sua disposizione e a 28” dalla fine della gara Fortunato entra in terzo tempo riuscendo a penetrare nella difesa savonese, realizza il canestro, subisce fallo ed implacabile realizza anche il tiro libero aggiuntivo: ed il tabellone mostra 46 a 46.

Le savonesi hanno ancora in mano la palla della possibile vittoria; coach Pollari chiede un tiro da sotto in penetrazione ma le savonesi non riescono a creare la giusta occasione e Flandi è costretta a tirare da fuori non mettendo a segno il canestro.

Si va al supplementare sul 46 pari ma l’inerzia della gara è ora nelle mani delle padrone di casa.

A 3’ dalla fine del supplementare de Mattei commette il suo quinto fallo ed è costretta ad uscire seguita due minuti dopo da Flandi quando il punteggio è sul 54 a 51 per le genovesi.

L’ultima palla è ancora delle ospiti. Pollari chiama minuto e chiede un tiro dalla lunga distanza per tentare il nuovo pareggio.

La palla decisiva viene lasciata incomprensibilmente alla giovanissima Anna Margherita Tesserin entrata al posto di Flandi che tenta la conclusione da tre che però non va a segno.

Le padrone di casa possono esultare mentre le savonesi non possono che recriminare sui troppi errori fatti e su una gestione dei momenti topici della gara a dir poco scellerata.

Domenica  inizia il girone di ritorno e sul parquet savonese arriverà la formazione di Novara.

Non si potrà nuovamente fallire e le biancoverdi dovranno cercare di far tesoro degli errori commessi nelle precedenti partite per non ricommetterli ingenuamente.

 

POLYSPORT LAVAGNA – S.I. TANKCLEANING SAVONA: 54-51 d. 1 t.s. (16-19, 30-32, 33-34, 46-46)

 

S.I. TANKCLEANING SAVONA: Mandelli 27, Bianchino 10, Giacchè 8, Flandi 2, D’Ambrosio 2, De Mattei, Napoli, Tesserin C., Tesserin A.M., Corso n.e. All. Pollari. Aiuto Ghione

 

POLYSPORT LAVAGNA: Fortunato 22, Fantoni 12, Annigoni 11, Carbone 5, Carbonell J. 3, Arzeno 1, Ronzitti, Sciutti n.e., Di Antonio n.e., Primavori n.e. All. Daneri. Aiuto Annigoni.

 

Arbitri: Beffumo e Martellosio

 


     

I NOSTRI SPONSOR